ESCLUSIVA TUTTOPALERMO.NET: Ex Palermo, Marasco: "Importante tenere i big come Nestorovski. Possibile sorpresa? Il Parma, ma anche la Cremonese..."

di Marcello Scuderi
articolo letto 287 volte
Foto

Antonio Marasco, ex centrocampista del Palermo nella stagione 2002/2003 con 15 presenze ed 1 rete, è stato intervistato in esclusiva da Rosario Carraffa per TuttoPalermo.net durante "Today Sport", trasmissione radio e tv in onda ogni sabato e domenica dalle 14:05 alle 17:00 su Radio Tivù Azzurra.

Che campionato cadetto sarà? I bookmakers vedono Palermo e Pescara favoriti...
"Sicuramente il Palermo ed il Pescara sono le favorite in quanto retrocesse quest'anno e sono le principali candidate alla promozione, bisognerà vedere come si sono organizzate le altre, ad esempio il Parma che vuole tornare nel calcio che conta, o il Frosinone".

Finora i big sono rimasti e sono arrivati giocatori come Bellusci ed alcune promesse interessanti. Come vedi la squadra?
"Zamparini deve farsi perdonare l'annata scorsa, ha messo su una squadra interessante per la Serie B tenendo i punti cardine della scorsa stagione. Sono arrivati anche giovani interessanti, soprattutto dalla primavera, quindi vedo una rosa interessante".

Quale squadra vedi come possibile sorpresa?
"Secondo me potrebbe essere il Parma una possibile sorpresa, c'è grande voglia di tornare in Serie A. Anche la Cremonese potrebbe dire la sua in un campionato lungo e complicato come quello cadetto".

Parlando di Serie A, vedi sempre la Juventus favorita?
"Sicuramente la Juve è la squadra da battere visti i risultati degli ultimi anni sia in Italia che in Europa, subito dietro vedo il Napoli che ha confermato tutto il blocco importante. Roma e Milan sono anche attrezzate per fare bene anche se quest'ultimo dovrà trovare la giusta amalgama".

Diamanti messo fuori rosa, avrebbe fatto comodo in B?
"Credo che Diamanti avrebbe potuto dare molto, ma il presidente evidentemente ha fiducia nei giovani visto quanto è complicata la Serie B e quante energie servano nel campionato cadetto".

Cosa serve per vincere la Serie B?
"Sicuramente è difficile vincere, ci sono tantissime partite da giocare. Bisognerà fare un campionato determinato e con una continuità importante. Bisognerà sperare anche che il presidente Zamparini riesca a costruire una squadra compatta che possa anche riportare la gente allo stadio. Ne approfitto anzi per ringraziare il pubblico rosanero che mi ha sempre dimostrato grandissimo affetto e non posso che esserne orgoglioso".


Utilizzo dei Cookie
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.

CHIUDI