SEZIONI NOTIZIE

Palermo, i tifosi non rispondono all'appello nel derby contro l'Acireale

di Simone Re
Vedi letture
Foto

"Contro l'Acireale mi aspetto tanta gente allo stadio, sarebbe un sogno 30 mila persone, basterebbero 22 mila persone", queste le parole di Alberto Pelagotti, portiere del Palermo, dopo la vittoria contro il Giugliano. Ma i sogni del numero 1 rosanero sembrano alquanto lontani dall'avverarsi. La stima complessiva dei tifosi palermitani presenti allo stadio ad oggi si aggira intorno ai 14000, sommando sia il numero degli abbonati che i biglietti venduti. Vi è dunque il rischio che fino a domenica la cifra possa attestarsi comunque sotto la media di spettatori a partita finora registrata (16350). Non si sta registrando alcuna coda ai botteghini, e pertanto ad oggi sembra difficile che il record stabilito in questa stagione contro il Licata (19726 spettatori)  possa essere superato. Sono molteplici i fattori che potrebbero star contribuendo ad una risposta non entusiasmante a questo appello per il derby di domenica contro l'Acireale. Di certo l'orario (14,30), proprio nel giorno di una festività molto sentita come quella dell'8 dicembre, la festa dell'Immacolata, potrebbe star trattenendo molti tifosi dal recarsi allo stadio, alla luce di possibili festeggiamenti in famiglia proprio per il pranzo. Un numero debole di sostenitori al Renzo Barbera sorprende ancor di più se si prende in considerazione che, oltre a trattarsi di un derby, la sfida di domenica sarà una vera prova del nove per i ragazzi di mister Rosario Pergolizzi. Ricciardo e compagni  affronteranno infatti una squadra che, ad oggi terza in classifica, nella prima parte del campionato stava dando del filo da torcere al Palermo in classifica, prospettandosi come il principale avversario per il primato. Nonostante nelle ultime 7 giornate di campionato la formazione granata sembra abbia un pò allentato la spinta sull'acceleratore (10 punti nelle ultime 8 partite), rimane senza dubbio una delle rose più competitive del girone I. I rosanero sono dunque chiamati ad ottenere una vittoria che assicurerebbe di trascorrere un Natale da stella cometa della classifica, scacciando definitivamente i fantasmi di Palmi, e magari riaccendendo nuovamente gli animi forse un pò assopiti dei tifosi.